FEDERICO GUGLIELMO 1° violino barocco – I Solisti Filarmonici Italiani

images6K3CBR8E

A TUTTI I VISITATORI E’ STATA AGGIUNTA UNA NUOVA FOTO NELLA GALLERIA

 

“ARTISTI VARI”

 

FEDERICO GUGLIELMO violino barocco

 

Federico Guglielmo, primo violino di “spalla” del The Academy of Ancient Music di Christopher Hogwood nonchè direttore dell’ensemble L’Arte dell’Arco. Invitato come solista al Vivaldi Festival a capo della Handel & Haydn Society di Boston.

Ha vinto alcuni tra i maggiori concorsi nazionali (Vittorio Veneto) ed internazionali di violino e musica da camera (Primo Premio al Vittorio Gui di Firenze, U.F.A.M. di Parigi, Mozart di Toronto, S. Lorenzi di Trieste). La sua ricca discografia, che conta più di 50 di titoli per Denon, Deutsche Harmonia Mundi/BMG Classics, Chandos, Dynamic, Stradivarius, Pavane, Tactus, Velut Luna ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali dalla critica specializzata (Gramophone, Diapason, Fono Forum, Fanfare, Cd Classica).

Diplomato a 18 anni al Conservatorio di Venezia si è poi perfezionato in violino con S.Accardo, V.Spivakov e I.Stern, in musica da camera con membri dei Quartetti Amadeus, La Salle, del Trio di Trieste e del Trio Beaux-Arts, in direzione d’orchestra con G.Gelmetti mentre C.Hogwood ne ha seguito la passione per il repertorio antico.

Primo Premio al Concorso Internazionale “Vittorio Gui” del 1991 si è anche laureato al concorso nazionale di violino di Vittorio Veneto e agli internazionali di musica da camera di Londra, Parigi, Toronto. Dalla Carnegie Hall di New York al Grosses Musikverein di Vienna, dalla Suntory Hall di Tokyo ai festival di Bergen, Istanbul, Potsdam e delle Canarie, dalla Società del Quartetto di Milano al Teatro Colon di Buenos Aires in questi venti anni di attività Federico Guglielmo si è esibito un migliaio di volte praticamente in tutti i maggiori centri musicali del mondo ed ha realizzato più di cento cd (Denon, BMG, Deutsche Hamonia Mundi, Chandos, CPO, ASV, …) come solista e camerista e con una particolare attenzione alla musica violinistica italiana del XVIII secolo.

E’ stato solista nei Concerti per violino di Bach sotto la direzione di G.Leonhardt ed in una delle prime letture storicamente informate del Concerto di Beethoven con C.Hogwood. Animatore di programmi dedicati al virtuosismo violinistico italiano di Corelli, Vivaldi, Tartini, Geminiani, Veracini e Locatelli con il gruppo con strumenti d’epoca L’Arte dell’Arco da lui fondato nel 1994 apprezza molto anche le contaminazioni culturali dirigendo e suonando regolarmente con The Academy of Ancient Music, The Handel & Haydn Society di Boston e numerosissimi gruppi italiani ed europei.

È titolare della cattedra di Musica d’insieme per archi al Conservatorio L.Cherubini di Firenze e tiene masterclass di violino barocco in Italia ed all’estero. Suona un violino con montatura barocca di Bernardus Calcanius (Genova, 1710) ed un violino di Gennaro Gagliano (Napoli, 1757).

 

I SOLISTI FISARMONICI ITALIANI

 

Sono considerati oggi tra le più importanti orchestre da camera a livello internazionale e raccolgono la lunga esperienza e l’eredità maturata in più di venti anni prima con I Virtuosi di Roma e poi con I Solisti Italiani.
Tutti i componenti del gruppo hanno una rilevante attività concertistica, suonano come “Prime Parti Soliste” nelle maggiori orchestre italiane, o sono vincitori dei più importanti concorsi internazionali (Vittorio Gui, Stradivari, Viotti, ARD di Monaco, Parigi, Londra).
I Solisti Filarmonici Italiani affrontano un repertorio che origina nella musica da camera per giungere all’orchestra d’archi, suonando prevalentemente senza direttore. Unici in Italia, si alternano in tutti i ruoli quali Solisti, Concertatori e Prime Parti. Degni di particolare menzione nella loro attività internazionale, che li vede ospiti regolari in Nord e Sud America, Giappone ed Estremo Oriente, Sud Africa oltre che in tutta Europa, sono gli inviti ad Amsterdam (Concertgebouw), Berlino (Philarmonie), Bonn (Beethovenhalle), Monaco di Baviera (Herkulessaal), Vienna (Musikverein), New York (Metropolitan Museum e Carnegie Hall), Washington (Kennedy Center), Chicago, Cleveland, Boston, Buenos Aires (Mozarteum Argentino e Teatro Colón), San Paolo, Rio de Janeiro, Parigi (Salle Pleyel), Madrid (Auditorio Nacional), Barcellona, Milano (Società del Quartetto), Roma, Istanbul (Festival), Taipei (National Concert Hall), Seoul (Arts Center), Hong Kong, Tokyo (Suntory Hall e Opera City), Osaka (Symphony Hall e Izumi Hall).

Le loro esecuzioni sono state apprezzate dalla critica del New York Times, Washington Post, Corriere della Sera, Suddeutsche Zeitung e segnalate in riviste specializzate quali Diapason, Le Monde de La Musique, Fono Forum, Cd Classica e Amadeus per la vivacità interpretativa, il grande virtuosismo e la luminosità del suono. Hanno suonato frequentemente in concerti e tour con amici quali Kathleen Battle, Hansjorg Schellenberger, Milan Turkovic, Michala Petri, Mstislav Rostropovich, Charlotte Margiono, Paul Badura-Skoda, Andrea Griminelli. Hanno registrato per le maggiori emittenti radiofoniche in tutto il mondo.

Numerosi i loro cd con diverse Case Discografiche e prevalentemente per Denon Nippon Columbia, DECCA, Stradivarius, CPO ed Exton con cui hanno recentemente inciso le musiche per orchestra d’archi di Grieg, le opere da camera e per film di E. Morricone e N. Rota, brani strumentali inediti e virtuosistici dell’Ottocento italiano, famosi brani del Barocco Italiano trascritti per orchestra d’archi da Respighi e Zandonai ed i Concerti di A. Vivaldi per flauto con Andrea Griminelli.

Tra le future attività vanno segnalate l’incisione dei lavori per archi di P.I.Tchaikovsky per CPO, i tour in Giappone ed Estremo Oriente, oltre alla registrazione di 2 nuovi CD per Denon e Meister Music.

Orchestra Barocca “Accademia degli Invaghiti” – Coro da Camera “Ricercare Ensemble”, diretti da Romano Adami

images6K3CBR8E

A TUTTI I VISITATORI E’ STATA AGGIUNTA UNA NUOVA GALLERIA

Accademia degli Invaghiti – Ricercare Ensemble – Romano Adami

 

Un evento straordinario un concerto che ha come protagonisti due tra i più importanti ensemble vocali e strumentali italiani, l’Orchestra Barocca “Accademia degli Invaghiti” e il Coro da Camera “Ricercare Ensemble”, diretti da Romano Adami e accompagnati da solisti di grande notorietà nel panorama artistico musicale internazionale:

Anna Simboli – soprano

Roberta Pozzer – soprano

Elena Bertuzzi – soprano

Andrea Arrivabene  – controtenore

Alessio Tosi  – tenore

Matteo Bellotto – basso

 

CORO DA CAMERA “RICERCARE ENSEMBLE”

Costituitosi a Revere (Mantova) nel 1984 è una tra le più importanti realtà musicali mantovane e del settore corale italiano. Ha partecipato a Festivals ed importanti stagioni musicali con concerti in Italia: Unione Musicale Torino, Accademia Chigiana di Siena, MozartFest (Milano), Tempo d’orchestra (Mantova), Lucca in Musica, Alle radici del ‘900 (Milano, Pisa ,Bari etc.) ed all’estero: Francia (Parigi, Auxerre, Nevers, St.Florentin), Danimarca (Copenaghen), Svezia (Stoccolma e Uppsala), Repubblica Ceca (Praga e Nymburg), Germania (Mannheim, Braunschweig, Wolfsburg). Ha in repertorio opere significative di cui citiamo: C. Orff “Carmina Burana”; di J.Brahms “Ein Deutsches requiem”, “Liebesliederwalzer und Neueliebeslieder”; tutta l’opera sacra di W. A. Mozart (messe cantate, oratori, offertori); di A. Vivaldi “Gloria e Magnificat”; di C. Monteverdi “Mottetti” e messe; di H.Purcell “Mottetti e Funeral sequenze”; Di G. B Pergolesi “Stabat Mater”; di J. S. Bach. “Oratorio di Natale”, “Magnificat”, “Messe luterane”, “Messa in Si min Bwv 232″ e varie Cantate; Di D. Buxtheude “Membra Jesu Nostri”; di G. F. Handel l’Oratorio “Messiah, l’oratorio “Israele in Egitto” ed il salmo “Dixit Dominus”, “Coronation Anthems” “Ode di S.Caecilia” nella trascrizione di Mozart; di M.A,Charpentier “Te Deum e la Messe de Minuit”; di A.Caldara “Stabat Mater e Missa dolorosa”; di F.J.Haydn “Te Deum”, “Nelson Messe”, “Stabat Mater”, “La Creazione”; di L.v.Beethoven. IX sinfonia, “Fantasia Corale” op. 80 e la Cantata “Meerestille op 112″; di R.Schumann “Il pellegrinaggio della rosa”; di F.Liszt “Via Crucis”; di F.Poulenc “Motets pour un temp de penitence”; L. Bernstein “Chichester Psalms”; di A.Pärt “Magnificat”, “Cantate Domino”, “Berliner Messe”; Ha realizzato, in prima assoluta, l’Oratorio mistico “Amor Langueo” di Gabrio Taglietti, registrato in cd e trasmesso da Radio vaticana e l’Oratorio “La Passione di Paolo VI” di Sandro Perotti. Nel dicembre 2011 la grande “Missa Salisburgensis” a 54 voci di Franz Biber. Nel novembre 2011 ha inaugurato la prestigiosa stagione “Micat in vertice” dell’Accademia Chigiana di Siena, con l’applauditissima esecuione dell’Ode di S.Caecilia di Handel nella revisione di W.A.Mozart diretta dal M° C.Rovaris. Ha collaborato e collabora con varie orchestre: tra cui l’Orchestra da camera di Mantova, l’Orchestra “I Filarmonici di Verona”, l’”Accademia degli Invaghiti”, l’Orchestra del Conservatorio “Campiani” di Mantova e l’Orchestra da camera di Brescia e con importanti direttori: Umberto Benedetti Michelangeli, Corrado Rovaris, Filippo Maria Bressan, Marc Andreae, Federico. Maria Sardelli, Enrico Onofri, Stefano Montanari, Riccardo Frizza, Giovanni Antonini. Promuove oltre ai cicli concertistici di Pasqua e Natale, il Festival internazionale “Cori a Palazzo”, ( XXIX edizione.). Nell’aprile 2013 il Ricercare Ensemble è stato invitato con l’Orchestra da Camera di Mantova e la direzione del M° Umberto Benedetti Michelangeli a tenere i concerti inaugurali del 50 festival Internazionale pianistico Arturo Benedetti Michelangeli, presso il teatro Grande di Brescia e il Teatro Donizetti di Bergamo, con l’esecuzione della IX Sinfonia di L.W.Beethoven, che sarà replicata nel concerto di chiusura della XX stagione musicale “Tempo d’orchestra” presso il teatro sociale di Mantova.

 

ORCHESTRA BAROCCA “ACCADEMIA DEGLI INVAGHITI”

Fondata in origine a Mantova nel 1562 da G. Cesare Gonzaga, l’Accademia degli Invaghiti (invaghiti della conoscenza e del sapere nella sua accezione più estesa) nasce come istituto culturale e laboratorio di idee energico e stimolante: furono infatti gli Invaghiti a patrocinare nel 1607 l’Orfeo di Monteverdi, opera che si pone come cardine della musica occidentale sia per la perfetta sintesi tra musica e parola sia per il carattere d’avanguardia per l’epoca.

Nel 1996 Francesco Moi fonda l’Accademia degli Invaghiti, ensemble vocale e strumentale ad organico variabile in relazione al repertorio, formato da alcuni tra i migliori musicisti in campo europeo

Le finalità artistiche degli Invaghiti sono duplici:
La valorizzazione del repertorio musicale italiano del ‘500, ‘600,’700 affrontato con consapevole prassi esecutiva e con l’uso di strumenti originali.
La promozione e la riscoperta a livello esecutivo discografico del patrimonio musicale legato alla città di Mantova e alla committenza dei Gonzaga.

Il gruppo affianca all’attività concertistica e discografica, un costante lavoro di ricerca musicologica sulle fonti musicali e su repertori inediti. Lo studio, la ricerca di partiture originali e la collaborazione con diversi musicologi,  rende l’attività dell’ensemble sempre aggiornata, stimolante ed aperta a nuove proposte.

Le incisioni discografiche dedicate a  B. Marcello, M. Cazzati, P.B. Bellinzani sono state segnalate dalle più qualificate riviste specializzate.

L’ensemble  ha realizzato in questi anni diverse produzioni concertistiche, eseguendo alcuni programmi monografici dedicati a C. Monteverdi, H. Purcell, J.S. Bach, G.F. Haendel, A. Scarlatti, A. Vivaldi, e riproponendo come prima esecuzione in epoca moderna musiche di Bellinzani, Bassani, Cazzati, Marcello, Porpora, Caldara, Vecchi, Wert, Pallavicino, Franzoni, Gastoldi, Ziani.

Il repertorio comprende attualmente anche cicli liederistici a una, due, quattro voci.

L’attività degli Invaghiti si divide in tre organici: ensemble vocale (fino al coro da camera), ensemble strumentale, orchestra barocca proponendo così un’ ampia varietà di programmi.

L’Accademia  unisce  qualità e raffinatezza esecutiva  al rigore stilistico.
ROMANO ADAMI direttore

Ha compiuto gli studi di Flauto, Composizione, Musica Corale e Direzione di Coro presso i Conservatori di Mantova e Brescia. perfezionandosi con W.Tripp, G.Acciai, W Schafer, C.Miatello, C.Hogset, G.Graden. Ha frequentato i Corsi di Canto Gregoriano a Cremona tenuti da I.Augustoni, J.B.Goshl, F.Rampi, A.Turco e N.Albarosa e a Milano F.Rampi, A.Corno ed E.de Capitani. L’attività di direttore e strumentista l’ha portato ad esibirsi ,oltre che nelle più importanti città italiane, in Austria, Francia, Stati Uniti, Germania, Malta, Svezia, Danimarca e Repubblica Ceca. Ha registrato per RAI 3 Marche, Radio Austriaca e la Radio Tedesca.

Dal 1992 ha assunto la direzione musicale del Coro da camera “Ricercare Ensemble”. Con il coro Ricercare Ensemble ha realizzato ed eseguito importanti repertori collaborando altresì con vari gruppi e orchestre tra cui l’Orchestra da camera di Mantova,e l’Accademia degli Invaghiti.

Come maestro del coro con l’Athestis Chorus ha realizzato la trascrizione mozartiana del Messia di Handel al Festival di Rovereto (orchestra ”I Filarmonici di Verona” direttore Corrado Rovaris) e della IX Sinfonia di L.v.Beethoven (Orchestra “A.Toscanini” direttore Patrik Fournellier). Con il Ricercare Ensemble come maestro del coro ha realizzato la grande Messa in do min K 427 di W.A. Mozart(’Orchestra da Camera di Mantova direttore M° Umberto Benedetti Michelangeli – Tempo d’orchestra 2000/2001 e nelle ed. 2003, 2004, 2005); Ponte San Marco (Bs) (Orchestra I Filarmonici di Verona, direttore Corrado Rovaris); Stabat Mater di Haydn (F.M. Sardelli); La Creazione (E.Onofri); Nelson messe (S.Montanari).

Ha diretto il “Ricercare Ensemble” nell’esecuzione di Messe e Oratori per soli coro e orchestra (Salmo Dixit Dominus e Messia di Handel, Oratorio di Natale, Messe luterane bwv 233-234 Cantate 131-61-101,Messa in si min bwv 232, Magnificat bwv 243 e Mottetti di J.S Bach, Gloria e Magnificat di A.Vivaldi, Te Deum e Nelson Messe di Haydn, Vespro solenne del Confessore di Mozart, Berliner Messe di A.Part realizzati con l’Orchestra da camera di Mantova, Accademia degli Invaghiti, Orchestra del Conservatorio Campiani di Mantova. E’ stato il Maestro del coro del progetto esecutivo dal 2004 al 2007 dell’opera sacra di Mozart eseguito al Mozartfest di Milano e replicato in varie città italiane (Torino, Bari, Pisa, Siena, Bergamo) con la direzione di U.B.Michelangeli.

NICOLA LOSITO pianista

 

images6K3CBR8E

A TUTTI I VISITATORI E’ STATA AGGIUNTA UNA NUOVA GALLERIA

(foto in bn, seppia e colori)

NICOLA LOSITO pianista

Nicola Losito, allievo di Maria Puxeddu, ha superato nel 2008, da privatista e con il massimo dei voti, l’esame di compimento inferiore presso il Conservatorio Tartini. Ha preso parte a numerosi corsi di perfezionamento pianistico in Italia ed all’estero, sotto la guida di docenti di fama internazionale come Siavush Gadjiev, Riccardo Risaliti, Aquiles Delle Vigne, Fabio Bidini ed Emanuel Krasovsky.

Ha inoltre partecipato ai seminari di pianoforte promossi dal Conservatorio Tartini, nell’ambito del programma Erasmus, con i Maestri Karl Barth, Snezhana Simeonova, Rosella Clini, Katariina Liimatainen, Deniz Gelenbe e Zbignevas Ibelhauptas.

Sono numerosi i riconoscimenti già assegnati al giovane artista, nelle ultime stagioni vincitore dei concorsi pianistici internazionali Jacopo Linussio di Tolmezzo (2008), Città di Gorizia 2010), Paolo Spincich di Trieste (2010).

Nel 2011 ha vinto il 1o premio assoluto al 4o concorso nazionale di esecuzione musicale “Città di Piove di Sacco” (PD) e al XXVIII Concorso pianistico “Muzio Clementi” di Firenze. Nel marzo dello stesso anno è risultato finalista tra 60 candidati della Borsa di Studio della “Yamaha Music Foundation of Europe”.

Si è esibito in occasione del “Concerto di Natale” al Conservatorio Tartini di Trieste, presso la Scuola di Musica di Capodistria, nella programmazione concertistica al Castello di Miramare e nella stagione di Villa Codelli a Gorizia.

SPERANDO CHE IL BLOG SIA DI VOSTRO GRADIMENTO.

GRAZIE A TUTTI

 

MARIA RADOEVA soprano MARTINA BELLI mezzosoprano

images6K3CBR8E

A TUTTI I VISITATORI E’ STATA AGGIUNTA UNA NUOVA GALLERIA

MARIA RADOEVA soprano

Maria Radoeva Soprano, è nata a Sofia il 15 dicembre 1984. Dopo il suo debutto sulle scene, come Zerlina nel Don Giovanni di Mozart a Ruse, ha intrapreso una promettente carriera, concentrandosi sul repertorio barocco e belcantistico, sui ruoli mozartiani (Susanna, Despina, Pamina, Fiordiligi) e sui titoli più importanti del repertorio oratoriale (dal Messiah di Händel allo Stabat Mater di Pergolesi, al Requiem di Mozart). La sua viva passione per la musica antica l’ha portata ad un importante rapporto di collaborazione con il gruppo “Concerto antico”, pioniere nel campo della ricerca interpretativa con strumenti d’epoca in Bulgaria: con loro ha interpretato musica di Bach, Händel, Vivaldi.
Nel 2008 è stata scelta da Christophe Rousset per il suo “Progetto Monteverdi” (presso l’Accademia Chigiana di Siena), nel cui ambito si è esibita in concerto con il gruppo “Les talents lyriques”. La vastità dei suoi interessi, la versatilità della sua voce e la maturità dei suoi mezzi tecnici le consentono di dominare un repertorio vasto ed impegnativo, che comprende lavori della modernità: nel 2008 ha riscosso entusiastico successo la sua interpretazione delle “Sette romanze di Alexander Blok”, proposta in diverse sedi italiane, in collaborazione con l’Ensemble “Risognanze”. Fra i suoi impegni più recenti, merita menzione la registrazione della Petite Messe Solennelle di Rossini, una nuova produzione di Bohème (Musetta) alla National Opera di Sofia e al Teatro Comunale “L. Pavarotti” di Modena e Stabat Mater di Rossini in Giappone.
Nel 2012 ha anche cantato la parte del soprano nella Seconda Sinfonia di Gustav Mahler con Orchestra National des Pays de la Loir sotto la direzione di maestro Isaac Karabtchevsky.
Maria Radoeva è stata tra i 20 finalisti del concorso “HYPERLINK BBC Cardiff Singer of the World 2011″ ed è stata scelta fra oltre 600 cantanti provenienti da 68 paesi. Maria Radoeva ha studiato sotto la guida di Raina Kabaivanska, frequentando i suoi corsi di alto perfezionamento a Sofia ed a Siena (Accademia Chigiana), e risultando ripetutamente vincitrice di borse di studio per promuovere la sua formazione.
Dal 2011 studia con il soprano Darina Takova. E’ stata, per molti anni, voce solista del Coro di voci bianche della Radio Nazionale Bulgara, con il quale si è esibita in tournée in tutto il mondo. Dal 2003 al 2006 ha studiato all’Accademia Nazionale di Musica di Sofia, nella classe di canto della prof.ssa Liyudmila Hadjieva.
Ha inoltre studiato con Plamen Beykov. E’ stata vincitrice di concorsi nazionali ed internazionali (“Svetoslav Obretenov” 2004, premio speciale “Liybomir Pipkov” 2004, “Georgi Zlatev-Cherkin” 2005), oltre che al concorso di musica da camera di Marl (Germania, 2005), e della medaglia d’oro del Festival primaverile delle arti (Corea, 2005). Nel 2006 è  stata selezionata, al concorso “Neue Stimmen” di Gütersloh, per la partecipazione ad un corso di alto perfezionamento sotto la guida di Gustav Kuhn, Francisco Araiza, Siegfried Jerusalem e Katia Ricciarelli.

MARTINA BELLI mezzosoprano

Martina Belli Mezzosoprano, nasce a Reggio Emilia, dove intraprende molto giovane lo studio del violoncello. Accostatasi in seguito al canto, si diploma presso l’Istituto Pareggiato “Achille Peri” di Reggio Emilia, e nel 2009 consegue la laurea di biennio specialistico, con massimo dei voti e lode, presso il conservatorio di Santa Cecilia a Roma.
A soli diciotto anni risulta prima assoluta nella sezione contralti tra i concorrenti italiani chiamati a far parte dell’ensemble “Voices of Europe”, collaborando con il compositore Arvo Paert. Debutta nell’opera “Lucia di Lammermoor”di G. Donizetti (Alisa), presso l’ Ente Luglio Musicale Trapanese , nell’ “Elektra” di R. Strauss (zweite Dame), presso il Teatro dell’Opera di Roma sotto la direzione di W. Humburg; nel “Flauto Magico” di W.A. Mozart (dritte Dame), per la stagione del Tuscia Opera Festival di Viterbo, ne “Il ritorno di Ulisse in Patria” (Melanto) in una tournee’ che ha toccato sale quali la Cite’ de la Musique di Parigi e il Concertgebouw di Amsterdam.
E’ stata la protagonista dell’opera contemporanea “ Fadwa” andata in scena in prima assoluta presso il Teatro Olimpico di Roma, e ha debuttato il ruolo di Smeton nell’ “Anna Bolena” diretta da Fabio Biondi con Europa Galante, per il Reate Festival. Ha inoltre partecipato a prestigiosi festival quali il Tage Alte Musik di Regensburg, il Barok Festival di Stuttgart, Bologna Festival e MITO Settembre Musica, debuttando nel ruolo di Nerone ne “L’Incoronazione di Poppea” insieme al gruppo barocco La Venexiana.
Ha tenuto concerti presso l’Auditorium J. Haydn di Bolzano, la Scuola di Musica di Fiesole, il Teatro Cavallerizza di Reggio Emilia, il Teatro Verdi di Milano, la Sala Filarmonica di Trento, il Teatro Olimpico di Vicenza, il Teatro Nazionale di Yerevan, il teatro Duse di Bologna, e il New York City Center Theatre di New York.
Attualmente fa parte dei giovani talenti scelti dalla Pavarotti Foundation. Da gennaio 2014 è impegnata in un progetto dedicato a Caldara con la Stavanger Simphonie Orchester, che comprenderà l’esecuzione e l’incisione per l’etichetta Glossa dell’oratorio “Morte e sepoltura di Cristo” sotto la direzione di Fabio Biondi, e con Europa galante, parteciperà, nell’aprile 2014, al prestigioso festival Misteria Paschalia a Cracovia. Prossimamente debutterà presso il Teatro Lirico di Cagliari, il Teatro Comunale di Firenze, e nel 2015, presso la Royal Opera House, Covent Garden, di Londra, sotto la direzione di Antonio Pappano.

 

ENSEMBLE STRUMENTALE S. MARCO

Tommaso Belli, Carolina Cabassi violino

Davide Bizzarri viola

Claudia Bizzarri, violoncello

Amerigo Bernardi contrabbasso

Doriana Marin clavicembalo

 

 SPERANDO CHE IL BLOG SIA DI VOSTRO GRADIMENTO.

GRAZIE A TUTTI